Arbatax in Sardegna
Arbatax in Sardegna

La splendida Sardegna è sovente sinonimo di vacanze estive, tanto mare e sole. In realtà questa straordinaria isola riesce ad offrire tantissimo ai propri visitatori anche e soprattutto nel periodo autunnale con bellissime città e location che sono depositarie di arte, cultura, tradizione e tanto altro. Il nostro consiglio è quello di arrivare in aereo e prendere un’auto a noleggio. Se si prenota prima di partire, si potranno risparmiare tempo e denaro. Sono tanti i comparatori, che forniscono tante offerte, tra cui TiNoleggio.it. Con un’auto si potranno scoprire tantissimi itinerari, alcuni anche fuori dai circuiti più noti.

Il fascino del Massiccio del Gennargentu e del Parco Nazionale del Golfo di Orisei

Nella provincia di Nuoro, nella parte nord–orientale della Sardegna, è possibile ammirare l’affascinante Massiccio del Gennargentu. Un’area montuosa nel quale sono raccolte tutte le vette dell’isola tra le quali spicca la Punta La Marmora con i suoi 1.834 metri sul livello del mare.

Un’area dall’enorme patrimonio ambientale che viene preservato grazie all’istituzione, avvenuta nell’anno 1998, del Parco Nazionale del Golfo di Orisei e Gennargentu. Nel Parco ed in tutto il vasto scenario del Massiccio, è possibile dedicarsi a diverse ed appassionanti tipologie di escursioni. Infatti, sono stati istituiti tanti percorsi escursionistici costantemente monitorati dagli enti locali, attraverso i quali è possibile raggiunge luoghi incantati e incontaminati come Punta La Marmora optando tra l’utilizzo di biciclette, fuoristrada, motociclette, cavalli oppure a piedi. Insomma, un’esperienza assolutamente da prendere in considerazione anche perché permette di incrociare lungo il cammino preziosi rifugi dove poter gustare alcune prelibatezze enogastronomiche tipiche della Sardegna.

Sassari, una città di origini medievali tutta da scoprire

costa sarda
costa sarda

Sassari, città di 127.000 abitanti situati nella zona Nord–Occidentale della Sardegna, rappresenta indubbiamente un luogo di interesse dal punto di vista turistico–artistico. Infatti, si tratta di una città sorta nel corso del XII secolo e che nella propria struttura e nelle proprie costruzioni storiche dimostra una certa influenza barocca. Al suo interno si possono visitare diversi monumenti piuttosto interessanti come la Cattedrale di San Nicola in chiaro stile barocco con la torre campanaria che si erge sull’intero nucleo cittadino ed un interno molto caratteristico di chiaro richiamo all’epoca templare. Molto imponente è la sua facciata esterna.

Simbolo di Sassari è la Fontana di Rosello, collocata al centro della Valle del Rosello, e vera e propria opera d’arte peraltro raffigurata in più riprese sui francobolli italiani. Tanti altri sono i siti di interessi partendo dalla splendida Piazza d’Italia fino ad arrivare al complesso prenuragico di Monte d’Accoddi, le Necropoli di Montalè e Ponte Secco senza dimenticare l’affascinante Laveria dell’Argenteria di cui ormai si possono ammirare i resti in uno scenario da film.

Tharros, il sito storico di origini fenice e romane

Per gli amanti della storia e della cultura è impossibile non prevedere una visita al sito archeologico Tharros, ubicato nella provincia di Oristano e per la precisione nel territorio del comune di Cabras. In questo eccezionale luogo si possono ammirare rovine dell’antica città probabilmente fondata in epoca fenicia e che raggiunse il proprio massimo splendore in epoca romana. Sono ben visibili colonne, anfore che ritraggono Ercole e Anteo, il tofet (classico santuario fenicio – punico), terme in stile romano e uno spaccato della cittadina antica con case e botteghe di quelli che erano gli artigiani dell’epoca.

Cagliari, la città tra mito e leggenda

Cagliari è una città capace di offrire tantissimo a quanti decidono di porla al centro di un proprio viaggio. Una città che ha origini leggendarie narrate dallo scrittore latino Gaio Giulio Solino, secondo le quali sia stata fondata da Aristeo, figlio del Dio Apollo e della Ninfa Cirene.

Bastione di San Remy
Bastione di San Remy

Sul territorio cagliaritano è possibile ammirare monumenti e strutture storiche che richiamano a varie epoche. Il bellissimo anfiteatro romano costruito al tempo delle guerre puniche, il Bastione di Saint Remy, il palazzo regio al cui interno vi soggiornarono i Vicerè e il Re di Sardegna per alcuni periodi dell’anno, l’imponente Torre dell’Elefante che è memoria del periodo in cui Cagliari fu dominata dalla Repubblica Marinara di Pisa, la Cattedrale, il Santuario di Nostra Signora di Bonaria da cui la capitale argentina di Buenos Aires prende il nome, il Castello di San Michele in chiaro stile medievale e tantissimo altro ancora.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here